Sono stanca delle bugie sul rinnovo del contratto


#1

Salve, scusate se la mia non è una vera e propria domanda.

Solo che non ce la faccio più di leggere notizie in cui si parla del rinnovo del contratto senza che vengano fatti dei passi in avanti. Io sono un’insegnante e da anni aspetto che il mio contratto venga rinnovato; nel frattempo i prezzi aumentano e noi siamo ancora con gli stipendi di 8 anni fa. Questo non è giusto, anche perché è stato confermato che gli insegnanti italiani sono quelli con lo stipendio più basso a livello europeo.

Adesso sperano di ripagarci con 85 euro lordi al mese? Che tra l’altro non è nemmeno detto che verranno dati a tutti in egual misura. Sono disperata, mi stanno togliendo il piacere di insegnare.


#2

Purtroppo la scuola pubblica è molto trascurata in Italia da decenni. Certo dalla mi esperienza non ho trovato grande spinta innovativa dal basso, quindi dai docenti.

Tutti preoccupati dei loro diritti (per carità, sacrosanti) ma pochi o nessuno impegnati nel migliorare la qualità del servizio per i ragazzi.


#3

Ciao Stefania,
non sei la sola a trovarti in questa situazione.

Anche noi dipendenti delle Forze Armate aspettiamo con ansia questo rinnovo del contratto, con la speranza di ricevere un lauto aumento di stipendio. Le cifre che girano sono a dir poco sconfortanti, anzi rischiamo persino di perdere gli 80 del Bonus Renzi.

Mi spiace avrei voluto rassicurarti, ma io stesso non sono per nulla fiducioso.


#4

E’ una porcata. Io sono ex pubblica dipendente attualmente in pensione, uscita dal lavoro alla fine del 2015 con 41 anni e 3 mesi di servizio di ruolo. Ergo, ANCH’IO sono stata penalizzata per oltre 10 anni dal blocco dei contratti del pubblico impiego e ho dovuto tirare avanti con il medesimo stipendio fino all’uscita dal lavoro. Ora, leggo - sindacati conniventi - che la famosa “una tantum”, che ancora non si comprende bene a quanto ammonti, spetta soltanto a partire dal 2016. Veramente, UNA GENIALE TROVATA, complimenti a governo e sindacati per averla messa a punto, perché, appigliandosi a sentenze e sentenzine, tra smentite e conferme, FA FUORI tutti quelli come me che nell’arco non indifferente di 10 anni ed oltre, hanno fatto in tempo ad andare prima in pensione. E che vuol dire??? NON SIAMO FORSE STATI PENALIZZATI ANCHE NOI neopensionati dal blocco contrattuale che - lo dico a chi non lo sa - dovrebbe essere rinnovato ogni biennio??? Non avremmo ANCHE NOI diritto ad essere risarciti del danno che il blocco ha comportato??
VERGOGNA! E costoro pretendono anche il voto alle prossime elezioni? E cosa hanno dato, e danno, a CHI HA LAVORATO PER TUTTA LA VITA?!??? Grata a chi mi darà una risposta.