Riforma pensioni: Quota 41 per tutti è l'obiettivo finale (ma solo nel 2020)


#1

La riforma delle pensioni avverrà in due diverse tranche: la prima, che verrà avviata dal 1° gennaio 2019, consentirà il pensionamento anticipato a circa 400mila italiani grazie all’introduzione della Quota 100, mentre la seconda - che dovrebbe partire dal 2020 - prevede il concreto superamento della Legge Fornero tramite l’abbassamento del requisito contributivo per la pensione anticipata che diventerà di 41 anni per tutti.


Questo è un argomento collegato all'originale su: https://www.money.it/riforma-pensioni-Quota-41-per-tutti-nel-2020

#2

poi ci si domada del perchè la gente che ha lavora veramente deve attendere di andare in pensione con una pensione da fame . mentre i finti onorevoli vanno in pensione dopo aver mangiato e bevuto , curati gratis tutta la vita vanno in pensione con 5000 euro al mese . ma vi rendete conto ? e non dico dei 30 anni che al sud non solo le aziende non pagavano contributi ma i lavoratori andavano in pensione con la stessa cifra dei lavoratori del nord le cui aziende si sono svenate nel pagare i contributi . controllate anche voi e poi abbiate il coraggio di dire la verità . e oggi si parla di andare in pensione mezzi rinco , ammalati , sfiniti e poi senti un imbelle che parla di reddito di cittadinanza ai lazzaroni . e non solo ci sono attori che hanno fatto la bella vita e che dicono che loro poveracci con 2000 euro al mese non vivono e un certo direttore di rete 4 dice che non ce la fa a vivere , in sicilia , con 12000 euro al mese . lo so che voi informate su cose serie , ma caspita anche noi ci adieiamo dopo aver lavorato per 40 anni sgobbando e pensione da miseria 700 euro netti al mese dopo che ci siamo svenati per formare i nostri fondi pensione che una persona innominabile ci fìha espropriato . scusate , ma sono a terra col morale . eleonora ferrari