Professionisti, prestazione gratuita ed accertamento: occhio all'omessa fatturazione


#1

Di frequente ormai il Fisco invia atti impositivi (accertamenti e avvisi) ai professionisti (esperti contabili, commercialisti, tributaristi) presumendo che alcune prestazioni da loro erogate, siano state corrisposte da un pagamento. Ciò riguarda principalmente i casi di redazione o invio telematico di dichiarativi fiscali o altre prestazioni che, invece, sono molto spesso rese a titolo gratuito. Di fronte a questi atti impositivi, ovviamente non essendoci stato un ritorno economico diretto, il profressionista deve difendersi bene, evitando magari già in fase preliminare la possibilità di ricorrere ad un vero e proprio contenzioso tributario, valutando invece l’opportunità di recarsi presso l’ufficio responsabile dell’atto di rettifica per annullare la richiesta.


Questo è un argomento collegato all'originale su: https://www.money.it/professionisti-prestazioni-gratuite-accertamento