Pensioni Quota 96, confermata la pensione anticipata a 64 anni


#1

Nessuna novità in vista per quanto riguarda i Quota 96. Nonostante in questi giorni si stiano definendo gli ultimi dettagli della riforma delle pensioni, che porterà a nuovi interventi sul settore previdenziale nei prossimi tre anni, non dovrebbero esserci cambiamenti per quanto riguarda i Quota 96. L’accordo siglato tra Governo e sindacati, infatti, lascia intatta la possibilità di pensione anticipata a 64 anni per questa categoria di lavoratori. Ricordiamo che per Quota 96 si intendono quei lavoratori del settore privato che entro il 2012 hanno raggiunto la suddetta quota (60 anni e 36 di contributi oppure 61 anni e 35 di contributi) e le lavoratrici che alla medesima data abbiano raggiunto 60 anni di età e 20 di contributi. I lavoratori aventi tali requisiti potranno mantenere la possibilità di andare in pensione anticipata a 64 anni. Tale requisito anagrafico, necessario per usufruire dell’uscita anticipata, non è però fisso, in quanto varia con le speranze di vita: fino al 31 dicembre 2015 era pari a 64 anni e 3 mesi e dal 1° gennaio 2016 si è innalzato di ulteriori 4 mesi arrivando a 64 anni e 7 mesi.


Questo è un argomento collegato all'originale su: https://www.money.it/Pensioni-Quota-96-confermata-la