Patto di prova nel contratto di lavoro: cos’è e come funziona


#1

Il patto di prova è disciplinato dall’art. 2096 del Codice Civile, ed è un patto con il quale le parti di un contratto di lavoro subordinato prevedono un periodo di lavoro durante il quale si effettueranno reciproche valutazioni in merito alla convenienza di un eventuale rapporto di lavoro definitivo. E’ stipulato per lo più a favore del datore di lavoro in quanto consente di mettere alla prova le effettive capacità del futuro lavoratore. Il datore di lavoro avrà la possibilità di valutare aspetti e caratteristiche del lavoratore e della prestazione (come la puntualità negli orari, la precisione, il modo di relazionarsi con i colleghi e l’ambiente di lavoro) che nel corso del successivo rapporto non potranno essere oggetto di riconsiderazione e ripensamento, salvo che non si tramutino in una giusta causa o giustificato motivo di licenziamento.


Questo è un argomento collegato all'originale su: https://www.money.it/Patto-di-prova-nel-contratto-di-lavoro