Istat: dati sulla cultura poco incoraggianti, ma in ripresa rispetto agli anni precedenti


#1

Pochi giorni fa l’Istat ha pubblicato l’ultimo annuario statistico, di cui una rilevazione in ambito cultura ha sollevato un polverone su diversi media italiani: secondo l’Istituto Nazionale di Statistica, il 18,5 degli intervistati nell’ultimo anno non ha letto un libro, non ha visitato un museo o una mostra o un sito archeologico e non è andata al cinema, al teatro o ad assistere ad un concerto. Un italiano su 5 ha praticamente una vita culturale inesistente, in particolare al sud, dove questo dato diventa il 28,2%, ovvero quasi un residente su 3. Il che però vuol dire anche che, leggendo bene la statistica, circa l’80% degli italiani porta avanti una qualche forma di attività culturale. Analizzando bene i dati il quadro non è comunque incoraggiante: il 68% circa della popolazione non ha visitato musei, il 34% non ha mai sfogliato un quotidiano mentre il 60% circa non ha mai letto un libro. Ancora di più se si guardano i dati relativi ai giovani nel sud del paese, come sottolinea il nuovo rapporto di Save the Children “Illuminiamo il Futuro 2030 - Obiettivi per liberare i bambini dalla Povertà Educativa”. Secondo il rapporto, tra i minori di età compresa tra i 6 e i 17 anni, i 48% circa non ha letto neanche un libro nell’anno precedente, il 70% circa non ha visitato un sito archeologico e il 55% circa un museo. Ancora più impressionante ed allarmante il dato relativo all’attività sportiva: 45,5% non ha svolto alcuna attività di questo tipo.


Questo è un argomento collegato all'originale su: https://www.money.it/Istat-dati-sulla-cultura-poco