Indennità di accompagnamento anche per malati psichici? Ecco quando e perché


#1

L’indennità di accompagnamento viene riconosciuta anche ai malati psichici, ossia a coloro che presentino patologie di carattere neurologico e mentale. A specificarlo è la sentenza della Corte di Cassazione n. 5031 del 2016, che ha chiarito quando, in presenza di tali patologie, sia possibile richiedere all’Inps l’indennità di accompagnamento. La prestazione è infatti riconosciuta in presenza di una patologia grave: tuttavia la capacità di compiere gli elementari atti della vita quotidiana non mette in discussione il diritto al beneficio come sosteneva chi aveva sollevato dubbi sull’estensione dello stesso. Vediamo quando è possibile richiedere l’indennità di accompagnamento nel caso di malati psichici.


Questo è un argomento collegato all'originale su: https://www.money.it/Indennita-di-accompagnamento-anche