Dollaro: ora è il momento di comprare?


#1

Il cambio euro dollaro è arrivato a quota 1,20, un livello insostenibile per l’economia Europea. A meno che Trump non voglia far saltare l’Euro a colpi di guerra valutaria (ma decide ancora qualcosa Trump in USA?) EURUSD dovrebbe tornare a scendere e probabilmente navigare in area 1,10/1,20 che è la quotazione che magari non va bene a nessuno e quindi è giusta per tutti.

Cosa ne pensate? Può davvero salire ancora? Io ho forti dubbi…


#2

Aggiungo solo questo: http://www.reuters.com/article/us-ecb-policy-idUSKCN1BB15J

C’è poco da commentare…


#3

Diversi elementi sono da prendere in considerazione.

Il rally dell’euro contro il dollaro ha iniziato a preoccupare anche la BCE, tanto che gli ultimi interventi dell’Eurotower sono riusciti a riportare il cambio con il biglietto verde ben al di sotto di 1,20.

L’attuale debolezza del dollaro è stata determinata soprattutto da una crescente sfiducia nei confronti di Donald Trump che a quasi 9 mesi dall’insediamento non è ancora riuscito ad adempiere alle promesse elettorali più importanti. “Se non è riuscito a rimpiazzare l’Obamacare come farà a mettere in piedi una riforma fiscale degna di questo nome?” Si chiedono in tutto il mondo.

Nonostante questo, però, il miglioramento delle condizioni economiche statunitensi (certamente non evidente negli ultimi Non Farm Payrolls) potrebbe giovare al biglietto verde, la cui forza potrebbe essere accentuata anche dalla tanto attesa riforma fiscale repubblicana - sempre che Trump e il Congresso riescano finalmente a trovare il modo di lavorare assieme.

In quest’ottica, e data l’evidente insostenibilità di quota 1,20 per l’economia europea, un ulteriore rialzo del cross sembrerebbe meno probabile rispetto invece ad una inversione di tendenza. Da questo punto di vista comprare dollari contro l’euro potrebbe risultare una scelta azzeccata.

Per il momento si consiglia di prestare massima attenzione alla prossima riunione BCE: le parole di Draghi potrebbero anche determinare un nuovo e più evidente rally della moneta unica. Maggiori previsioni potranno certamente essere formulate dopo gli appuntamenti di politica monetaria.