Cessazione del rapporto di lavoro e diverse tipologie di conciliazione


#1

La cessazione del rapporto di lavoro rappresenta sicuramente un momento critico che può generare tensione e conflitti, in base ai vari interessi in gioco. Il legislatore ha disposto degli strumenti che consentono di risolvere le controversie in maniera diversa evitando il tribunale, concludendoli in sede amministrativa, sindacale, giudiziale. La Legge n. 183/2010, ha stabilito la facoltatività del tentativo di conciliazione (prima obbligatorio), ad eccezione di controversie sui contratti certificati, stabiliti nel comma 2 dell’art. 31. I tentativi di conciliazione sono considerati inoppugnabili ai sensi dell’articolo 2113 comma 4 del C.C. Infatti le conciliazioni intervenute davanti al giudice possono essere impugnate solo in caso di normali condizioni di nullità come quelle presenti negli art. 1418,1425,1427 del C.C ad esempio per meglio comprendere: illiceità della causa o dei motivi o in caso di contrarietà a norme imperative.


Questo è un argomento collegato all'originale su: https://www.money.it/cessazione-rapporto-lavoro-conciliazione