Borsa Italiana: i fondi shortano titolo Juventus, attenzione


#1

Anche in questa ottava sono stati premiati gli operatori rialzisti sull’indice FTSE MIB, le cui quotazioni si scrollano di dosso ulteriore pressione ribassista, apprezzandosi del 2,76% dalla chiusura della scorsa settimana. Da quanto emerso dall’analisi delle posizioni nette corte degli operatori istituzionali, eseguita dall’Ufficio Studi Money.it sulla base degli ultimi dati reperiti da Consob relativi al 21 settembre, i fondi hanno incrementato la loro esposizione su Piazza Affari. Differenza interessante rispetto alla scorsa ottava è la presenza di Juventus FC nella lista delle società più shortate a Piazza Affari. I fondi iniziano quindi la loro scommessa ribassista su un titolo che negli ultimi mesi si è apprezzato in maniera importante. Questo fatto si nota immediatamente se si osserva la candela settimanale sul grafico della società bianconera, che ha delineato un pattern di shooting star. Elaborazione Ufficio Studi Money.it Le variazioni più importanti sul comparto azionario italiano riguardano Astaldi e Trevi, dove i fondi incrementano la loro scommessa al ribasso rispettivamente dello 0,67% e dello 0,73% rispetto alla scorsa ottava. Non viene vista di buon occhio nemmeno A2a, società su cui gli istituzionali aumentano il capitale impiegato per lo short su Piazza Affari dello 0,52%. Continua ad alleggerirsi l’esposizione ribassista su Saipem. Questa settimana gli istituzionali hanno ridotto la loro quota di ribasso dello 0,59%. Degni di nota anche Leonardo e Gedi, dove gli hedge fund riducono la quota di capitale impiegata per lo short dello 0,59% per quanto riguarda la prima, e dello 0,58% per la seconda. Elaborazione Ufficio Studi Money.it I titoli finanziari rimangono i più shortati dalle mani forti, con Banco BPM, Azimut e BPER Banca che anche durante questa ottava dominano la nostra classifica. Per quanto riguarda Banco BPM, sebbene le scommesse ribassiste siano diminuite dello 0,16% rispetto alla scorsa ottava, l’istituto bancario rimane in vetta alla classifica, con 8 posizioni nette corte in essere e l’8,51% di capitale impiegato dalle mani forti per il ribasso. Azimut invece resta al secondo posto con l’8,24% di capitale e 8 posizioni short. A poca distanza invece BPER Banca, dove gli operatori istituzionali presentano 9 posizioni corte e il 7,9% di capitale impiegato dai fondi per la vendita allo scoperto. New entry oltre alla precedentemente citata Juventus è Moncler. Per quanto concerne la società bianconera, i fondi iniziano la loro scommessa ribassista con una posizione corta, impiegando lo 0,61% di capitale. Moncler invece presenta anch’essa una posizione netta in essere e lo 0,52% di capitale.


Questo è un argomento collegato all'originale su: https://www.money.it/Borsa-Italiana-i-fondi-shortano-titolo-juventus-attenzione