Bonus ristrutturazioni 2018: requisiti, spese ammesse e come richiederlo


#1

Bonus ristrutturazioni 2018: anche per i lavori effettuati dal 1° gennaio e fino al prossimo 31 dicembre sarà possibile beneficiare della detrazione fiscale Irpef del 50% per i lavori di riqualificazione edilizia.


Questo è un argomento collegato all'originale su: https://www.money.it/bonus-ristrutturazioni-requisiti-spese-ammesse-come-funziona

#2

Circa le spese x gli interventi di manutenzione “ordinaria”, vorrei precisare che sono ammesse solo se effettuate su parti comuni condominiali e non su quelle di proprietà privata (es. singolo appartamento).


#3

Vorrei esperro un caso che potrebbe interessare tante altre persone.
Al momento sono incapiente e quindi vorrei che i lavori li pagasse mio padre pensionato che facilmente avrá la detrazione Irpef.
Come possiamo fare? Deve spostare la residenza nella casa da ristrutturare? Basta semplicemente un comodato d’uso?
Io al momento vivo con i miei genitori, alla fine dei lavori mi trasferirò nella casa come mia prima casa.
Grazie dell’aiuto


#4

Dovrebbe bastare il comodato d’uso. La casa è di tua proprietà?


#5

Si la casa sarà di mia proprietà.
Vorrei essere sicuro su i passaggi da fare, ovvero:
-firmo rogito, la casa è mia.
-sposto subito lì la mia residenza o rimango a casa dei miei?
-faccio comodato con mio padre, lui non deve spostare la residenza per forza, giusto?
-facciamo i lavori, lui paga.
-quando posso spostare lì la mia residenza(se non fatto prima) e chiudere il comodato con mio padre? Subito dopo i lavori, dopo la prima dichiarazione che farà nel 2019, dopo tutti i 10 anni previsti per ricevere la detrazione?

Grazie ancora


#6

Attenzione. il contratto di comodato tra parenti va bene, a patto che che il comodatario (tuo padre) trasferisca la residenza a casa nuova. Questo potrebbe comportare che se la sua casa attuale (penso…) è “prima casa”, dopo diventa “seconda”, quindi gravata da IMU+TASI nonchè tariffe energia e gas diverse. Consiglio inoltre di valutare bene con un tecnico abilitato la tipologia dei lavori che andrai a fare perché non tutti potrebbero essere compresi nel concetto di “ristrutturazione”. A qual punto, tenuto conto di ogni singolo elemento così descritto, devi farti bene due conti per capire se e cosa conviene fare.
P.S. non capisco: perché dici …la casa sarà di mia proprietà …?? se al momento non lo è non puoi fare un contratto di comodato …


#7

Grazie Giorgio dell’aiuto.
La casa sarà di mia proprietà perchè ancora non ho firmato il preliminare, ne tanto meno il rogito notarile.
Il mio è un discorso sul futuro :wink:

Che ne dite invece di questa soluzione:
Compro la casa, mantengo la residenza e quindi la convivenza con mio padre nella casa di famiglia, lui paga per i lavori ed una volta finita la ristrutturazione, a pagamenti effettuati, io sposteró lí la mia residenza.
In questo modo durante i lavori ed i pagamenti noi siamo stati conviventi e quindi come dice l’Agenzia lui è beneficiario.
Vedete delle criticità in questa soluzione?
Grazie ancora


#8

La tua soluzione potrebbe andar bene. Ti consiglio però di far verificare da un CAF o dalla Agenzia delle entrate se l’agevolazione verrà mantenuta anche negli anni seguenti, visto che dopo qualche mese la convivenza con tuo padre finirebbe. D’altronde devi trasferirti materialmente presso la nuova abitazione entro 18 mesi dal rogito, altrimenti perdi le agevolazioni prima casa.

Ulteriori informazioni qui:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Schede/Agevolazioni/DetrRistrEdil36/Achispetta+DetrRistrEdil36/?page=agevolazionicitt


#9

Salve, vorrei fare una domanda , non so se posso scrivere o devo aprire un’altra discussione, in caso mi scuso in anticipo, comunque la domanda è questa : se uno ha fatto le detrazioni per ristrutturazione come coniuge perchè la moglie non paga Irpef, bonifici e fatture a nome del coniuge dell’anno 2017, poi a novembre e dicembre 2017 la moglie ha affittato la casa , al CAF hanno detto che per quei 2 mesi di affitto abbiamo perso il diritto alla detrazione , dovevamo affittare da gennaio 2018. Un commercialista ha detto che invece secondo lui abbiamo diritto alla detrazione, volevo sentire appunto altri pareri . Grazie.