Birmania, vince il premio nobel Aung San Suu Kyi: gli effetti del ritorno alla democrazia.


#1

La vittoria in Birmania della Lega nazionale per la democrazia, il partito di Aung San Suu Kyi, è stata ampiamente preannunciata ma la sua misura rimane notevole, tanto che nessuno ha ancora fatto dichiarazioni ufficiali. Anche se forse bisognerà aspettare due settimane per il risultato reale, le proiezioni parlano della conquista del 70% dei seggi da parte del partito guidato dal Nobel per la pace, che per il suo paese è stata in carcere e poi agli arresti domiciliari per 20 anni. E’ lei la trionfatrice di queste elezioni, è lei il simbolo di un paese che dopo anni di dispotismo al potere vuole rinascere. La figlia del generale che portò la Birmania all’indipendenza si è eretta ad eroe nazionale acquisendo la fiducia di un intero popolo.


Questo è un argomento collegato all'originale su: https://www.money.it/Birmania-dopo-60-anni-ritorna-la